Home
Chi siamo
Dove siamo
Servizi
Galleria
Dicono di noi
Link
Contattaci
   

Il Ministro Maurizio Lupi in visita presso i nostri impianti di Brembate di Sopra
ECORICICLO INCONTRA LE ISTITUZIONI

Agli impianti ECORICICLO della RONCELLI COSTRUZIONI ha fatto visita l'ex Ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi, accompagnato da esponenti delle istituzioni locali, riconoscendo gli innovativi metodi di recupero e l’eccellenza nel trattamento dei rifiuti nel settore dell’edilizia.
Virtuosi processi nell’economia circolare volti ad ottenere una nuova vita per i materiali di scarto e promuovendo modelli di sostenibilità ambientale nei processi di costruzione di case e strade.


#MUCHA Galleria Lia Rumma (MI) con la collaborazione di ECORICICLOInsel der Seligen (Isola dei beati) Mucha


La Galleria Lia Rumma è lieta di presentare la mostra personale Schneller werden ohne Zeitverlust (Accelerare senza perdere tempo) di Reinhard Mucha.
Un percorso espositivo completo ed esaustivo che testimonia la complessità e la profondità del lavoro di uno dei maggiori artisti europei contemporanei. Il suo lavoro prende in prestito riferimenti diretti e indiretti dalla Minimal Art e dal Postminimalismo così come dal mondo dell’Architettura e del Design, facendo riferimento al discorso critico sulle istituzioni museali e alle implicazioni che ne derivano, combinandoli alla dimensione intima e privata, propria dell’uomo, ad un forte senso di caducità, di transitorietà e di drammaticità. Reinhard Mucha crea opere dalla presenza estetica e formale unica e inconfondibile.
I presupposti teorici e concettuali che sono alla base della ricerca artistica di Mucha hanno nuovamente la possibilità di legarsi in maniera reale e diretta con l’architettura all’interno della quale la mostra prende forma e con il paesaggio industriale circostante. In Insel der Seligen (Isola dei beati), installazione realizzata con inerti forniti da Ecoriciclo,  Mucha gioca con questo contesto e provocatoriamente ricrea l’immagine di un tetto di tegole antiche che giacciono a terra, meticolosamente distribuite su un letto di detriti. Il senso del dramma, il ruolo centrale della memoria, la sua riflessione profonda e critica nei confronti della realtà urbana si esprimono in maniera corale in questa installazione.


Per maggiori informazioni clicca qui


Da "Eco Bergamo, supplemento de L'Eco di Bergamo" - Aprile 2014
Eco Bergamo supplemento de L Eco di Bergamo 04 2014

Da "Bergamo SOStenibile" - n°21 / Aprile 2013
Bergamo Sostenibile - n°21 / Aprile 2013
 


Da "Costruttori News" Anno III - n°15-16 / Dicembre 2011 
Costruttori news 2011


Da "L'Eco di Bergamo" Mercoledì 16 Gennaio 2013 PROVINCIA Pagina 39 

Addio al ponte sulla Briantea.
Sarà demolito in una notte.


Pontida, sabato arrivano le ruspe.
L'ex statale chiuderà per otto ore.
Per 60 anni ha protetto la strada.


Pontida:
Otto ore di lavoro serrato attendono l'impresa edile Longhi srl di Bergamo, specializzata nelle decostruzioni industriali e civili, per demolire il ponte protettore della teleferica della Italcementi spa. Il manufatto si trova a Pontida sulla ex statale Briantea, vicino all'abbazia di San Giacomo. I lavori inizieranno sabato alle 22 per terminare alle 6 di domenica mattina.
Per tutta la notte un tratto di 100 metri in corrispondenza del manufatto verrà chiuso al traffico. Infatti il dirigente del settore Viabilità e Trasporti della Provincia, Renato Stilliti, ha emesso l'ordinanza di chiusura della Briantea per sabato notte, indicando che il traffico verrà indirizzato sulle strade provinciali dell'Isola e della Val San Martino che saranno segnalate con apposita cartellonistica.
Questo viadotto è stato realizzato sessant'anni fa, per proteggere persone e veicoli dai carrelli e materiale della teleferica che trasportavano il materiale alla cementeria Italcementi di Calusco d'Adda. La struttura è lunga 15 metri, larga 12 e alta 5,5 metri. «La demolizione verrà effettuata in notturna per minimizzare il disagio alla circolazione – spiega Virginio Longhi, titolare dell'omonima impresa, che con il tecnico Mario Rota coordinerà i lavori nei quali saranno impegnati una dozzina tra operai, autisti e tecnici –. Una volta chiusa la strada al traffico, l'area di intervento sarà illuminata a giorno con due torri-faro. Le operazioni inizieranno con la protezione delle caditoie, la stesura di 30 centimetri di sabbia a protezione del manto stradale e di lamiere in ferro sul marciapiede per coprire la condotta gas della A2A».
«A conclusione di queste opere richieste dagli enti pubblici di riferimento – prosegue Longhi – inizierà l'attività di demolizione controllata del ponte, con l'impiego di tre escavatori cingolati dotati di pinze demolitrici. Le attività di demolizione procederanno a piccole quantità al fine di evitare la caduta di grossi blocchi di cemento armato che potrebbero danneggiare il manto stradale. Il materiale demolito, circa 250 metri cubi, sarà caricato direttamente su autocarri autorizzati e inviato all'apposito impianto della ditta Roncelli costruzioni di Brembate Sopra. Alle 6, via libera al traffico».
L'operazione fa seguito agli accordi siglati con le istituzioni locali in occasione della ristrutturazione della cementeria di Calusco per la rimozione delle teleferiche e degli impianti relativi, a fronte della costruzione del nuovo tunnel da Colle Pedrino a Calusco per il trasporto del materiale di cava. I lavori per la demolizione della teleferica bassa termineranno nei prossimi mesi, mentre nelle prossime settimane terminerà la demolizione della vecchia teleferica «Burligo Carreccia», in parte sul territorio di Pontida.

Remo Traina


Da "L'Eco di Bergamo" Domenica 20 Gennaio 2013 CRONACA
L Eco di Bergamo 20012013
 


 

Da "L'Eco di Bergamo" Lunedì 21 Gennaio 2013 PROVINCIA Pagina 24
L Eco di Bergamo 21012013

Site Map